di Angelo De Rosa
S M T W T F S
1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
カテゴリ
以前の記事
お気に入りブログ
メモ帳
最新のトラックバック
スマター
from けめち
珍性器フェランゲリオン
from スンズ
要するに寝てるだけでおk!
from 要旬
【告知!!】今後の出演予定♪
from baritono YUSUK..
Grazie☆
from baritono YUSUK..
芸術の秋♪ ここちよいメ..
from baritono YUSUK..
小川雄亮 「千の風になっ..
from baritono YUSUK..
ライフログ
検索
その他のジャンル
ファン
記事ランキング
ブログジャンル
画像一覧
YASUKUNI JINJA 15 agosto 2012
Come ogni anno, da quasi un decennio, ho trascorso
anche questo 15 agosto al tempio Yasukuni.

Per chi ancora non lo sapesse, in questo luogo
nel giorno della commemorazione ai caduti giapponesi
di tutte le guerre nonche' della fine della seconda guerra
mondiale, si riuniscono tutti i pacifisti e i filantropi
di Tokyo, e non solo, per lanciare messaggi
di pace, amore e fratellanza.

Non posso fare a meno di respirare quest'aria
magica piena di speranza per un mondo migliore
lontano da rancori e dall'odio.
f0145121_231329.jpg


Ho parlato con un simpatico signore che
indossava l'uniforme (originale!!) degli
aviatori del corpo "kamikaze". Mi ha raccontato
della sua passione per il volo. Il suo sogno e'
fare il giro del mondo su uno di quei caccia
usati negli anni '40 dai suoi antenati
(i famosi Zero), con uno striscione attaccato
alla coda del velivolo con
su scritto "PEACE and LOVE". Che tenerezza!
f0145121_114461.jpg
f0145121_1141065.jpg

Mi sono imbattuto, poi, in un'allegro gruppetto che indossava
una specie di divisa da lavoro scura.
Il loro "leader", il signor Tanaka, mi ha
spiegato che si tratta di un'associazione filantropica.
Il loro scopo e' diffondere per il Giappone
messaggi di fratellanza
e di tolleranza, soprattutto per gli stranieri
e in particolare coreani e cinesi, attraverso
dei potenti altoparlanti installati nelle
loro simpatiche vetture.
Che carini !!!
f0145121_1182814.jpg

f0145121_1202117.jpg
f0145121_1195311.jpg
f0145121_1192856.jpg

Ho incontrato un cordiale signore in divisa nazista,
completa di elmetto di ordinanza. Mi ha espresso
la sua ammirazione per il popolo tedesco,
soprattutto per la cucina. Va matto per i crauti,
i wrustel e, ovviamente, la birra!!
Questo e' il motivo per il quale, oggi,
ha scelto di uscire di casa "decorato" in tal modo.
L'October Festival fa miracoli !!!!
f0145121_1234925.jpg
f0145121_1232838.jpg

Ho rivisto con grande piacere il mio amico Sanada.
Anche quest'anno in divisa da colonnello
della fanteria dell'Esercito Imperiale.
Come al solito abbiamo chiacchierato della sua passione
per le "telenovelas" coreane...non se ne perde una!!
ne va proprio matto!
f0145121_127353.jpg
f0145121_1271334.jpg

a pochi metri mi aspettavano Yri e Riuichi,
i promotori del concorso interasiatico di scopone
scientifico giapponese. Anche loro in perfetta tenuta
militare per sopportare meglio la calura
ferragostiana.
f0145121_1333145.jpg

in disparte (come sempre) il timido Toru san.
Con lui abbiamo preso un the freddo al chioschetto
vicino chiacchierando del problema del
massacro delle foche maculate in Antartide.
E' un imperterrito animalista.
f0145121_1364096.jpg

Altri amici, sempre in allegre e rassicuranti divise,
mi hanno confessato le loro speranze per una prossima
liberalizzazione della cannabis in Giappone.
f0145121_141491.jpg

Ho cercato e, con piacere, ritrovato il vecchio caro
Minoru san ! quasi cento anni portati da Dio !!
mi ha raccontato delle sue scorribande, da giovane,
tra le colline della Cina, quando andava a caccia
di farfalle rare. A casa pare che conservi ancora
una rispettabilissima collezione!!
f0145121_1444178.jpg

f0145121_14459.jpg

un'allegra famigliola (mamma e papa' in abito scuro,
bandiera d'ordinanza attaccata alla carrozzina
del bambino) cercava adepti per la loro
nuova associazione denominata "ACAT" (Abbattiamo i
Confini e Abbracciamoci Tutti!); ovviamente mi ci sono iscritto
al volo!! ho scoperto anzi che sono il primo socio !!
il socio numero ONE, un ACAT-ONE!!
il cosmopolitismo sprizzava loro da tutti
i pori !!! pensavo alla grande fortuna che aveva
"colpito" i loro due bambini...
Il Giappone ha un radioso futuro !!!!
f0145121_1545379.jpg
f0145121_1535739.jpg

A un certo punto, una giornalista coreana ha cominciato
a fare delle domande a dei gentilissimi signori
giapponesi che hanno cominciato a fare a
gara per risponderle e l'hanno amorevolmente circondata.
La prorompente cordialita'
di quella affettuosa gente, a un certo punto, e' divenuta cosi'
incontenibile che ho ritenuto opportuno
intervenire.
Anche la polizia ci ha aiutati a contenere
la generosa foga dei volenterosi intervistati.
Alla fine la giornalista ha potuto
raccogliere le rispettose ed educate risposte
di tutti.
A volte la gentilezza puo' commuovere...
alla fine della fraterna chiacchierata
ho provato come un moto di incontrollabile felicita'
e sono esploso in un liberatorio canto
liturgico, e insieme a me, alcuni reduci,
in un palchetto vicino hanno intonato
canti di pace e di amore. Di seguito la sequenza fotografica...
f0145121_253771.jpg
f0145121_244797.jpg
f0145121_243037.jpg
f0145121_24819.jpg
f0145121_233452.jpg
f0145121_231711.jpg
f0145121_223694.jpg
f0145121_221676.jpg

f0145121_216251.jpg

altri amici in maschera sono accorsi a salutarmi,
con loro abbiamo bevuto una birretta e
rosicchiato un paio di Osembe
chiacchierando del buco dell'ozono
e su come richiuderlo...
f0145121_2869.jpg

f0145121_285412.jpg

Verso sera, Yutaka e Sese' , due famosi
virtuosi della tromba, ci hanno deliziato con
le loro calde note...il loro repertorio
spaziava da "nella vecchia fattoria"
a "una casetta in canada'" e chicche simili...
Veramente un momento di alta musica !!!!
f0145121_2125474.jpg

e mentre in ogni angolo della piazza
antistante il tempio sventolavano
le bandiere della pace (quella col sole e i raggi
usata soprattutto nei convegni internazionali
che rappresenta la fratellanza tra i popoli)
ho intravisto LUI !!!!!!!!!!!!!
f0145121_2152151.jpg

il tenente Hirroo Onoda !!!!
il soldato che fino al 1974, per una trentina
d'anni (giorno piu' giorno meno) ha vissuto
nella foresta in un'isola delle Filippine,
convinto che la guerra non fosse
terminata...
f0145121_219564.jpg

A questo punto, dopo tutte le cazzate che ho scritto,
mi viene da fare una riflessione seria (cosa rara !!!!).

Non e' la prima volta che incontro il tenente Onoda.
Questa volta l'ho trovato un po' cambiato, diverso.
Certo, il vecchietto ha pure la sua bella eta'
(classe di ferro1922), ma non era quello.

Nella sua espressione e in alcuni suoi silenzi
(come si sa qui i silenzi non sono buchi vuoti
della conversazione...), credo di aver letto qualcosa...

Non me lo ha detto e credo che non lo dira' mai,
ma...glielo faccio dire, nella mia fantasia...

"io ho vissuto 30 anni nella foresta, credevo che
la guerra continuasse. Attendevo i rinforzi,
intanto uccidevo i nemici...mi procuravo da mangiare.
Non mollavo.
Per la Patria, per l'Imperatore,
dovevo farlo.
Mi teneva in vita anche l'odio per il nemico, certo!
Ma ora.
Adesso perche' tanta gente continua a
vestirsi da Kamikaze o da ammiraglio della
flotta imperiale?
Perche' si sventolano ancora
le bandiere della guerra?
Io ero in una giungla e non avevo
nessuna notizia dall'esterno;
non potevo ricevere nessuna
informazione. Intorno a me c'erano solo alberi ,
piante e umidita'.
Oggi tutti possono ricevere tutte le informazioni
immaginabili.
Si puo' studiare, scambiare pareri,
anche con stranieri etc.
Perche' molta gente continua a credere che la
guerra non sia finita???????????"
f0145121_2295926.jpg

Onoda-Angelo
f0145121_2315323.jpg

a chi conviene mantenere vivo il rancore e l'odio??
f0145121_2335444.jpg

niente di nuovo sotto il cielo di Yasukuni...
[PR]
# by LIBERTUS66 | 2012-08-17 02:47
Giapponesi che dicono NOO! al nucleare (15)
Oggi era prevista una catena umana con fiaccolata intorno
al Palazzo del Governo di Tokyo.

Il marciapiede intorno all'edificio era off limits...
nessuno si e' potuto avvicinare; inoltre tutti gl'incroci
nei pressi dell'edificio da "circondare" erano
presieduti da decine di poliziotti, che spesso ne vietavano
completamente l'attraversamento dirottando
i manifestanti verso mete "ignote"...
pertanto non e' stato possibile realizzare il tipo
di manifestazione previsto; tuttavia (credo per la prima
volta) e' successo qualcosa di diverso rispetto alle altre
dimostrazioni in cui tutti i partecipanti, anche se costretti
all'interno dei gabbiotti e delle barricate, se ne stavano
relativamente buoni ed ubbidivano alle indicazioni delle
forze dell'ordine.

In due punti (almeno) qualcuno a rovesciato le transenne.

Qualcosa sta cambiando...non so se in meglio o in peggio.

Da marzo del 2011 ho partecipato a molte
manifestazioni, c'e' sempre stata gente molto "arrabbiata",
ma questa volta la rabbia e' in qualche caso esplosa.

Nella foto qui sotto un manifestante chiede il motivo
per cui non si puo' attraversare a un poliziotto che
decide di non parlare. Poco dopo, a un semaforo verde,
qualcuno ha cominciato a spingere in avanti una transenna,
altri lo hanno imitato. Alla fine tutte le transenne erano
state rovesciate e la polizia si e' fatta da parte.
Anche dal lato opposto la gente premeva e alla fine
anche loro hanno potuto attraversare.

"Prendere" un incrocio potra' sembrare poca cosa,
ma non qui a Tokyo ...

Delimitare, transennare, barricare ha avuto l'effetto
contrario rispetto a quello forse previsto dalle autorita';
Molti manifestanti esasperati non riescono a stare piu'
in riga...
f0145121_1525282.jpg

[PR]
# by libertus66 | 2012-07-30 15:03
Giapponesi che dicono NOO! al nucleare (14)
Anche oggi, 20 luglio, come ogni venerdi' da qualche tempo,
davanti alla residenza del premier Noda migliaia di persone
hanno manifestato contro il nucleare...

La pioggerella estiva non ha scoraggiato nessuno,
tuttavia, le transenne, le barricate, i percorsi obbligatori
"per garantire la sicurezza" ( secondo quanto ci ha spiegato
la polizia, ma secondo noi, per far in modo di scoraggiare e
dividere i manifestanti) hanno trasformato una potenzialmente
grande manifestazione in tante piccolissime, quasi insignificanti
proteste...

Ovunque abbiamo visto gabbie, transenne, corde, barricate, poliziotti...
i manifestanti rinchiusi negli spazi accuratamente delimitati senza possibilita'
di movimento erano costretti a urlare i loro slogan a...nessuno;
molti di loro si trovavano lontani anche cinquecento o mille metri
dalla zona centrale della "pseudodemo".

Gli antinuclearisti sono stati "spalmati" per un raggio molto vasto,
lungo i marciapiedi dell'area di Nagatacho, in fila indiana,
come dei bravi scolaretti...

due venerdi' fa, nella stessa zona la gente aveva invaso le strade,
aveva bloccato il traffico.
Le alte sfere non hanno evidentemente gradito...

Tutto cio' per evitare incidenti, dicono...

Sebbene nelle centinaia di manifestazioni che si sono svolte
in Giappone dal marzo dell'anno scorso non sia
accaduto nessun incidente, qualcuno continua a preoccuparsi
in modo eccessivo della sicurezza dei manifestanti...

Gli assembramenti non sono graditi...

Si puo' manifestare, ma in ordine, senza disturbare
gli onesti cittadini, senza far troppo rumore, insomma
senza farsi troppo notare.

Oggi abbiamo chiaramente compreso quale tipo di risposta
il Governo giapponese ha elaborato per coloro che
da piu' di un anno esprimono il proprio dissenso nei confronti
del nucleare: contenere fino a che si puo' la protesta,
fino al suo naturale esaurimento.

E' evidente che se non ci saranno radicali trasformazioni nel modo
di protestare, non cambiera' nulla...

f0145121_23523071.jpg

sensi unici...
di cinque uscite ne hanno lasciata aperta solo una,
e poi...tutti a destra !!!!!!! (la residenza del premier
si trova invece a sinistra ovviamente)

f0145121_23524076.jpg

tutti in fila. Per uno, per due o per tre a seconda dello spazio.

f0145121_23525338.jpg

di qua non si passa !!!
"ci teniamo alla vostra sicurezza" mi spiega gentilmennte l'agente...

f0145121_2353115.jpg

gabbie smontabili a gogo'...

f0145121_23532264.jpg
f0145121_23533821.jpg
f0145121_23535326.jpg

uno dei tanti sparsi gruppuscoli...


f0145121_23541044.jpg
f0145121_23542633.jpg

con Ryota Sono san...appena uscito di galera dove e'
stato rinchiuso quattro mesi per aver disturbato dei poliziotti
che stavano facendo "traslocare" dei suoi amici closhard...
(Casualmente) e' anche colui che ha organizzato le decine di
manifestazioni davanti alla TEPCO...
f0145121_23544128.jpg

[PR]
# by libertus66 | 2012-07-20 23:55
giapponesi che dicono NOOO!!! al nucleare (13)
f0145121_148101.jpg
col mitico Hirose Takashi (25 anni fa scrisse un libro
dal titolo..."Tokyo ni Genpatsu wo" che ha "ispirato
la nostra manifestazione del settembre scorso...)

foto di Vincenzo Coronati
...................................................

Ieri Tokyo c’era!!
Di settimana in settimana il numero dei partecipanti alla
manifestazione di protesta contro la riapertura delle centrali
nucleari davanti alla residenza del capo del Governo giapponese,
aumenta di varie migliaia...

Poco prima delle 18 un’auto blindata coi vetri coperti da
una tendina e’ uscita dalla residenza del premier.
Il signor Noda probabilmente e’ stato accompagnato
per precauzione fuori a passare il venerdi’ sera in
qualche altro luogo meno “rumoroso”... Forse gli addetti
alla sua sicurezza gli avranno spiegato che quella cosa
li’ fuori non era la solita, semplice manifestazione,
ma poteva trasformarsi in qualcos'altro di incontrollabile.

Nessuno puo’ dire con esattezza quante persone
indignate protestavano a Nagatacho. Secondo
gli organizzatori, il giornale Mainichi e altri giornali 200.000;
il giornale Asahi punta su un piu' cauto 180.000 ;
la polizia invece si "sbilancia" e sentenzia senza nessun
pudore che i manifestanti erano solo 17.000 (?!?) ...
Eppure di polizia ce n’era tanta, possibile che nessuno
di loro sapesse contare oltre le cifre a quattro zeri ?????

Io volevo vedere dove finisse la folla e ho iniziato
ad avviarmi verso il lato opposto alla residenza del premier.
Dopo venticinque minuti di cammino mi trovavo ancora tra la folla.
A destra, a sinistra, dietro e davanti a me vedevo centinaia
di uomini e donne di tutte le eta' che urlavano
con tutte le forze: “No alla riapertura delle centrali!!”.

Dagl'ingressi della metro la gente riusciva a uscire solo dopo
lunghi sforzi perche’ fuori c’era pochissimo spazio.
La polizia che nei primi minuti era riuscita a far circolare
ancora le macchine, dopo poco e’ stata travolta dalla folla.
La strada e’ diventata tutta un’ “isola pedonale”
per nostra decisione. E’ la prima volta che succede
una cosa del genere dopo decenni forse (almeno 40 anni dicono).
Non era mai successo, dall’undici marzo dell’anno scorso,
nelle centinaia di manifestazioni contro il nucleare.
I manifestanti questa volta erano troppi e anche
poco propensi ad ubbidire alle indicazioni delle forze dell'ordine
che cercavano disperatamente di contenere qualcosa
che evidentemente non poteva essere controllata.
L’esasperazione di un anno
si era riversata prepotentemente per quella strada.


Anche gli organizzatori si sbagliano:
eravamo molti di piu’ !!
Ho incontrato moltissime persone che manifestavano
per la prima volta.

Alle 20, l’orario previsto per la fine della manifestazione
era tutto ancora bloccato. Anzi arrivava sempre
piu’ gente che premeva in direzione della facciata
frontale della residenza di Noda. La polizia ha allora
creato un muro usando cinque o sei grandi gli autobus blindati.
Lo scopo era sicuramente bloccare il passaggio
e non permettere alla folla di avvicinarsi troppo all’abitazione
(anche se gia’ vuota da ore), ma le porte minacciosamente
aperte degli autobus, gli agenti schierati e gli incitamenti
a sgomberare sempre piu’ insistenti, facevano intuire
anche un altro motivo. Sarebbero certamente stati
usati per portar via qualcuno dei piu’ “irrequieti”
manifestanti se gli organizzataori della manifestazione
non avessero usato i megafoni per pregare tutti noi
di far ritorno “ordinatamente” a casa. Si e' provato
ad intimidire, ma nonostante tutta la buona volonta'
che i manifestanti hanno dimostrato, sono stati necessari molti
minuti per svuotare le strade...il tutto senza nessun incidente.

Alla fine per le strade, prima occupate da decine
di migliaia di persone, non c’era nemmeno una
cicca di sigaretta, nemmeno un pezzetto di carta.
Nulla.
Una manifestazione molto partecipata, ma ,
a parte l'inevitabile "occupazione" della strada
adiacente all'abitazione del premier, svoltasi in
modo molto corretto.


I giapponesi non vogliono la riapertura delle centrali.
Lo stanno manifestando, in modo civile, continuamente,
da settimane.
Speriamo che il messaggio sia stato recepito finalmente...
Speriamo che la "civilta'" dimostrata non debba trasformarsi in
qualcos'altro. Tutto dipende dal coraggio, dall'intelligenza e
dall'umanita' che nei prossimi giorni il presidente
dimostrera'.

Ieri, come l’amica Rin san ha scritto, abbiamo intravisto
una vecchia cara amica che si chiama “rivoluzione”
e probabilmente la incontreremo ancora, non e’ andata via;
quando la si incontra una volta se ne diventa amici per sempre...

Ricordalo Noda san !!!!

La prossima data, il 29 luglio...

questa bella vista aerea l'ho presa dal
http://news.tbs.co.jp/newseye/tbs_newseye5068612.html
le altre "brutte" foto sono mie...
f0145121_1274133.jpg



f0145121_1271872.jpg
f0145121_1254140.jpg
f0145121_1253336.jpg
f0145121_125690.jpg
f0145121_1244859.jpg
f0145121_1243172.jpg
f0145121_1242298.jpg
f0145121_124661.jpg

Qui sono con le appassionate attiviste Irene e Sonia !!
[PR]
# by LIBERTUS66 | 2012-07-01 01:30
giapponesi che dicono NO al NUCLEARE(12)
Questa sera dopo un tam tam digitale migliaia di pesone
si sono ritrovate davanti alla residenza del capo del
Governo giapponese Noda.

Poche ore prima il premier aveva dato il via libera alla ripartenza
della centrale nucleare "Oi" di Fukui, il che significa che
nulla cambiera'...

Noda ha rassicurato il popolo giapponese, giurando che
sono stati effettuati tutti i controlli necessari e
che i reattori sono sicuri. Ha dato la sua parola che non
si ripeteranno incidenti e che si assumera'
la responsabilita'di questa prevista ripartenza.

Tuttavia,
sembra che a molti non siano bastate le sue paterne,
amorevoli e "sincere" rassicurazioni.
Oggi molte persone non hanno potuto trattenere
l'ira, ne' le lacrime.

C'era gente evacuata di Fukushima; madri che da
un anno vivono col terrore che i loro figli si ammalino,
o siano gia' contaminati;
giovani preoccupati per il proprio futuro.
Insomma, gente di diverse categorie sociali;
molti giornalisti, tantissimi agenti di polizia in
uniforme e altrettanti in borghese (che si riconoscono
in verita' piu' facilmente di quelli in divisa...).

Chissa' quanto percepira' il presidente Noda per
questo cinismo che ha avuto il coraggio
di dimostrare. Evidentemente molto,
se ha preferito chiudere gli occhi
e tapparsi le orecchie per non sentire
le grida di allarme e di
disperazione che da mesi si levano
al cielo del Giappone.
Grida che hanno sentito fino in Italia,
in Germania e in molti altri paesi lontani,
ma... non qui.

Il businnes e' troppo grande.
La lobby dell'atomo preme.
I burattinai hanno ricominciato il lavoro e
I burattini sono stati mossi...

A Fukushima ancora la situazione non e'
sotto controllo e gia' si riparte.

Che potere ha il denaro!
nulla gli resiste, nemmeo la vita...
soprattutto se si tratta della vita delle persone comuni,
di noi poveracci...

Hanno aspettato che si calmassero un poco le acque.
Ci hanno lasciato sfogare per un anno.
Migliaia di manifestazioni di protesta per tutto il Giappone...
Ci hanno fatto illudere fino a ieri.

Adesso e' tempo di dimostrare chi comanda e...
purtroppo, non siamo certo noi quelli che
hanno l'ultima parola.

I reattori ripartiranno presto.

Le manifestazioni di protesta continueranno ancora,
per anni forse; qualcuno se ne fara' una
ragione di vita, come quella signora che stasera
ha detto: "partecipo per la prima volta
a una manifestazione contro il nucleare,
ho sessantott'anni e ho deciso di
dedicare gli anni che mi restano
da vivere a questa causa".
Chissa' perche' ho provato un sentimento
molto vicino alla rabbia nei suoi confronti.
Me ne sono vergognato.
Ho pensato: "potevi svegliarti prima!!!!"...

Probabilmente comincio a non sopportare piu'
l'indifferenza che dilaga.
Perche' penso che in quest'anno si sarebbe
potuto fare di piu' e meglio.
Perche' la mia proposta di "disturbare"
in modo piu' radicale e' stata vista come
inopportuna dai miei amici attivisti e, forse...lo era.

Ma sono ancora convinto che se tutti in Giappone
s'indignassero veramente,
il Governo non potrebbe non tenerne conto.
Sogno milioni di persone indignate ...
Oggi eravamo tanti, forse tre o quattro mila,
ma anche se fossimo stati in diecimila, saremmo
stati sempre in pochi, ancora troppo pochi
rispetto alla potenzialita' di una metropoli come Tokyo...

Forse mi sbaglio.
Forse veramente non si puo'
piu' far niente.
Forse il numero non conta.

Tuttavia, nonostante la delusione, non
smettero' di partecipare e promuovere le proteste.
Ma mi preoccupo... oggi, come sempre, mi sono
scontrato con gli amici della polizia
...non riesco piu' a trattenermi,
ma questa volta, se un dimostrante
responsabile della sicurezza
non fosse intervenuto, non so cosa sarebbe
successo...

Quando si comincia a perdere la speranza
si fa largo la disperazione...come me,
molti altri proveranno lo stesso sentimento?
Spero di no, altrimenti non sara' necessario
un incidente nucleare perche' avvengano
incidenti gravi in Giappone.
f0145121_110167.jpg
f0145121_1102776.jpg
f0145121_1104626.jpg
f0145121_111083.jpg
f0145121_1112088.jpg
f0145121_1114265.jpg
f0145121_112494.jpg
f0145121_112237.jpg
f0145121_1123922.jpg
f0145121_1133584.jpg
f0145121_114565.jpg
f0145121_114256.jpg

[PR]
# by libertus66 | 2012-06-18 01:16
giapponesi che dicono NO al NUCLEARE (11)
Non e' facile demolire un simbolo, e
le tende che da circa 140 giorni, sotto le piogge,
nelle giornate di vento e anche di neve, stanno
piantete li', davanti al palazzo del
Ministero dell'Industria e dell'Economia giapponese,
sono ormai per molti divenute un simbolo.

Il simbolo della protesta contro le lobby dell'atomo,
contro l'indifferenza del Governo e il cinismo
di chi preferisce fare affari piuttosto che
tutelare la salute dei cittadini.

Oggi alle 17, secondo l'ordine impartito dal
Ministro dell'economia , del Commercio e dell'Industria
Yukio Edano, le tende sarebbero dovute essere
smantellate e la zona sgomberata.

Centinaia di persone, attraverso la rete,
si sono date appuntamento alla "Tento Hiroba",
la piazza delle tende, qualcuno per documentare,
altri per protestare e molti pronti a tutto pur di
non permettere lo sgombero.

Per fortuna, lo sgombero non c'e' stato.
Troppe persone fra le tende e le forze
dell'ordine; non si sarebbero potuti evitare
incidenti.

Una battaglia vinta? forse, ci piace pensarlo,
ma la "guerra"non e' ancora finita.
f0145121_1585283.jpg
f0145121_15967.jpg
f0145121_1592892.jpg
f0145121_1594197.jpg
f0145121_20754.jpg
f0145121_2028100.jpg
f0145121_21946.jpg
f0145121_214875.jpg
f0145121_22194.jpg
f0145121_223284.jpg
f0145121_225729.jpg
f0145121_232632.jpg
f0145121_2355100.jpg
f0145121_241543.jpg
f0145121_24376.jpg
f0145121_245974.jpg
f0145121_251024.jpg
f0145121_255341.jpg

[PR]
# by libertus66 | 2012-01-28 02:06
CCKKBB allo shinnenkai dello KHJ
Primo Shinnenkai senza il caro fondatore
Okuyama san...alla sede dell'Associazione
dei genitori dei ragazzi hikikomori
mancava solo lui e, si sentiva.
Ad ogni modo, grazie alle percussioni
del nuovo membro della Chichikaka Blues Band,
Shigeru san, abbiamo potuto, anche quest'anno,
ripondere alla "chiamata" !!!!
f0145121_0113933.jpg
f0145121_0115474.jpg

[PR]
# by libertus66 | 2012-01-12 00:11
giapponesi che dicono NO al NUCLEARE! (10)
Ho passato la Notte di San Silvestro
gridando NO al NUCLEARE !!!!!

Non potevo finire in altro modo
questo maledetto anno...

Da piu' di 120 giorni davanti al palazzo
che ospita gli uffici per la Sicurezza Nucleare (?)
un gruppo di attivisti ha messo su un paio di
tende e, sfidando il freddo, la pioggia e,
soprattutto la polizia, che non perde
occasione pe rendergli la vita difficile,
ha deciso di non sloggiare fino a che
non saranno chiuse tutte le centrali in Giappone...

Dove potevo passare la notte di San Silvestro
se non insieme a questi ormai mitici "eroi"?????

Devo ammettere pero' che alle cinque del
mattino mi ero trasformato in un ghiacciolo
che camminava...

Quando ho deciso di far ritorno
a casa, scrollandomi di dosso
le stalattiti che mi si erano formate
in varie parti del corpo,
ho promesso solennemente che, almeno
per un'altra notte, sarei rimasto con loro...

spero di evere la forza di mentenere la promessa...
f0145121_23343584.jpg
f0145121_23344583.jpg
f0145121_2335740.jpg
f0145121_23352947.jpg
f0145121_2336263.jpg

[PR]
# by libertus66 | 2012-01-11 23:36
Risparmio Energetico...?????????
a Novembre la TEPCO aveva raccomandato di risparmiare energia
elettrica in quanto ne sarebbe stata possibile fornire solo il minimo
indispensabile...ci crede qualcuno???
Gia' dopo l'incidente di Fukushima aveva allarmato i cittadini di Tokyo
"inventandosi" i black out programmati
(adesso tutti sappiamo con certezza che si trattava di una farsa
per preoccupare le persone...molti se la sono bevuta
e si sono convinte che senza nucleare sarebbe stato il buio completo).
Tokyo, pero', in questi giorni, in occasione del (Santo???) Natale
e' piena di luminarie...
Tutte queste (senza dubbio suggestive e belle) decorazioni
luminose sono la conferma che l'energia elettrica a Tokyo
non solo c'e', ma avanza.
Non e' necessario far ripartire le centrali al momento ferme !!!
e probabilmente non servono nemmeno quelle che adesso
sono in funzione, sempre col rischio di fare la fine dei reattori
ancora in panne della centrale di Fukushima.
Guardate anche le belle foto della mia amica Rosalba Di Meglio!!
f0145121_2336569.jpg
f0145121_0205498.jpg
f0145121_021871.jpg
f0145121_0212215.jpg
f0145121_0214391.jpg
f0145121_0223539.jpg

[PR]
# by libertus66 | 2011-12-27 00:27
東京に原発を!デモ  
25 settembre 2011
Vogliamo una centrale Nucleare anche a Tokyo!!!!!


Il Comitato che promuove la costruzione
di una bella ed efficente Centrale Nucleare a
Tokyo si e' fatto sentire per la prima volta
oggi per le strade del centro.

Una folla preoccupata (per rendersi conto
del fatto che si trattava di una provocazione
e di una manifestazione ironica, erano necessari
alcuni secondi, o, per i piu' "svelti" alcuni minuti...)
si fermava agli angoli delle strade a leggere
i nostri cartelli e ad ascoltare i nostri "potenti"
megafoni che strillavano slogan che erano
semplicemente le frasi che personaggi come
il professor Yamashita o il Governatore
di Tokyo hanno bofonchiato dai loro
molto piu' potenti megafoni:

"le radiazioni colpiscono solo chi non sorride"
"il plutonio si puo' anche bere senza aver danni"
"la radioattivita' fa bene alla salute"
e via di questo tono (per la serie "se mi credi
ti salvi"...

Non mi sono mai divertito quanto oggi ad una
manifestazione.

Ringrazio tutti coloro che mi hanno aiutato
a realizzare questa originale DEMO...

Era una scommessa ...
non l'abbiamo persa.
f0145121_20421923.jpg

il mitico Harada che si e' divertito come un matto
a ironizzare sul nucleare!

f0145121_20411645.jpg
f0145121_20404275.jpg
f0145121_20394981.jpg

Col grande Coronati, fotografo ufficiale dell'evento e Harada...

f0145121_20392897.jpg

il grande Stefano Lodola che, fra l'altro ha anche
gentilmente cantato il pezzo dei Timers "Genpatsu Sansei!"...

f0145121_2039581.jpg
f0145121_20374597.jpg

il "nostro" furgoncino scassato, ma "addobbato"
per l'occasione...

f0145121_20372931.jpg
f0145121_20364374.jpg

io mentre minaccio di dare una sberla a un gentile poliziotto...


f0145121_20361586.jpg
f0145121_20354889.jpg
f0145121_20352063.jpg

La bella e brava Karin, giornalista e scrittrice impegnata...

f0145121_20344319.jpg
f0145121_2033287.jpg

io che mi disseto con un po' di buona e salutare "acqua al plutonio"...
[PR]
# by libertus66 | 2011-10-03 20:28