di Angelo De Rosa
S M T W T F S
1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30
カテゴリ
以前の記事
お気に入りブログ
メモ帳
最新のトラックバック
スマター
from けめち
珍性器フェランゲリオン
from スンズ
要するに寝てるだけでおk!
from 要旬
【告知!!】今後の出演予定♪
from baritono YUSUK..
Grazie☆
from baritono YUSUK..
芸術の秋♪ ここちよいメ..
from baritono YUSUK..
小川雄亮 「千の風になっ..
from baritono YUSUK..
ライフログ
検索
その他のジャンル
ファン
記事ランキング
ブログジャンル
画像一覧
<   2008年 09月 ( 6 )   > この月の画像一覧
gl'incontri ravvicinati di ERIKO san
f0145121_311810.jpg

Devo assolutamente farvi conoscere l'invidiabile esperienza
della nostra amica Eriko san !!
Recentemente e' stata nella stupenda Hokkaido per una
vacanza e, mentre passeggiava insieme al marito ed un
amico in un bel bosco, hanno scorto un cervo coi suoi piccoli
intenti a brucare l'erba.
Affascinati dalla scena (comprensibilemente, anche perche'
gli unici animali "in liberta'" che si possono ammirare per le
affollate strade di Tokyo, dove Eriko vive, sono la
blatta orientalis, il corvus machrorhincus
e qualche mus...
ovvero, gli scarafaggi, i corvi e i ratti...tutti animaletti che io
adoro, ma che Eriko san, credo, non ami particolarmente).
Dopo qualche minuto trascorso ad ammirare
i cervi, i tre hanno dovuto constatare che non erano i soli
a spiare quei teneri mammiferi. Altri occhi ne seguivano
i movimenti, occhi piu' affamati che affascinati.
Un altro animale stava per saltare addosso ai cerbiatti
con intenti poco poetici, un grosso orso bruno,
apparso all'improvviso ad una decina di metri da Eriko san
e gli altri. I cervi, accortisi in tempo dell'arrivo dell'inatteso
ospite, hanno "sgambettato" alla grande, tanto che l'orso
non ha neppure provato a rincorrerli, anche perche'
si era gia' accorto che altre, meno veloci prede, erano
piu' a portata di ...zampa. Ebbene si', Eriko san, suo
marito e l'altro amico, sarebbero diventati la colazione
dell'orso se, dopo circa trenta metri (macinati probabilmente
alla velocita' della luce...altro che Lewis!!), non si fosse trovato
un riparo inaccessibile al carnivoro.
Avrei tanto voluto provare l'esperienza che Eriko san ha
avuto la fortuna di provare!!
Chissa' come ci si deve sentire lusingati ad essere
scelti come merenda.
Sopra la bella foto che Eriko san avrebbe potuto scattare se
non avesse avuto tanta fretta...
[PR]
by LIBERTUS66 | 2008-09-29 03:49
Hikikomori (4) "Rental Onesan"
Oggi abbiamo visitato di nuovo il Centro (NPO) New Start
a Chiba. Volevo conoscere ed invitare al nostro prossimo
Simposium qualche "rental onesan". Sono delle ragazze
che si recano nelle abitazioni dove vivono i confinati sociali
per convincerli ad uscire dalla loro camera. A volte impiegano
mesi o anni. Hiroko Yoshida ha accettato di far parte del Panel.
Sono certo che conoscere la sua esperienza ci aiutera` a
comprendere meglio questo fenomeno.
Visto che (per caso) avevo con me una tromba, e (sempre
per caso) c'era anche la mia pianista Numadate Chikako,
abbiamo improvvisato una Jam Session coinvolgendo molti
amici del Centro.
Dopo "Work Song", "Summertime" ed anche
un "tanti auguri a te..." (Hiroko san festeggiava il compleanno),
ho suonato la ritirata, anche perche`(impegnato a chiacchierare
e suonare) non sono riuscito a mettere nulla sotto i denti,
ma in compenso ho vuotato un paio di bottiglie di Chianti...
Oltre alle Rental Onesan, mi ha confermato la partecipazione
l'amico Fuse Tomohiro, che dopo quasi cinque anni di
ritiro sociale, adesso fa parte dello Staff del Centro New Start.
f0145121_1215437.jpg
f0145121_1221486.jpg
f0145121_1234067.jpg

Nella foto in alto sono con due "Rental Onesan" (da sinistra
Hiroko Yoshida e Sazuki Arai), nella foto centrale la
Chichikaka Blues Band featuring Kai san all'Ukulele e nella foto
qui sopra un gruppo di amici del Centro molto a loro agio
in una memorabile performance...
[PR]
by LIBERTUS66 | 2008-09-21 01:33
EPISTOLE...Padre COMPRI (4)
Carissimo Sig. Angelo (permetti che ti chiami cosi`)
approfitto di un momento libero per risponderti.
Non hai mai sentito l'aneddoto che si racconta del
grande S. Agostino? Dicono che un giorno passeggiando
sulla spiaggia, voleva capire come mai Dio sia Padre, Figlio
e Spirito Santo. E vide un bambinetto che giocava con
la sabbia. Aveva aperto una buca e con una conchiglia
ci metteva dentro l'acqua del mare. Agostino si fermo`,
lo guardo` sorridendo, e gli chiese: "Che cosa stai facendo?"
E il bambino: "Voglio mettere tutta l'acqua del mare in
questa buca!". E Agostino: "E` impossibile! Non vedi che
il mare e` grande, grande, e la buca e` piccola, piccola?" E il bambinoi: "Anche Dio e` grande, grande, e la testa di Agostino
e` piccola, piccola!"
E` una bella favola, ma e` chiaro quello che vuol dire.
Come vedi sono d'accordo con te. Anche al catechismo
ci insegnavano che Dio e` un "mistero", e non solo Dio.
E davanti a questo non c'e` altro da fare che abbassare
la testa con tutta umilta`, che appunto, come dici tu e`
una virtu` cristiana. Ma un segno di umilta` e` anche
riconoscere che tutto quello che siamo, e tutto quello che
abbiamo non e` da noi, ma l'abbiamo ricevuto.
E allora ci si puo` anche chiedere: Da chi l'abbiamo ricevuto?
E` una domanda inevitabile, ma non e` facile rispondere,
e anche tu ne sei d'accordo. E mi dici che preferisci non
rispondere...
Non so se questo sia possibile, dato che ogni giorno
dobbiamo pur vivere, e dobbiamo dare una risposta
a tanti problemi..., per es. il valore di ogni uomo,
il fondamento dei diritti, il rispetto dell'ambiente, il diritto
a vivere di chi ha commesso gravi delitti, il dovere o no
di curare un ammalato terminale...., insomma il senso
della vita umana. Se si vuol rispondere a chi ti domanda,
si deve pure dare delle ragioni. Non puoi sempre dire che
non hai nessun parere!
E` per questo che si deve fare una scelta, e io penso che
di fatto ciascun uomo la faccia, ed e` libero di farla come
lui pensa bene: e` questa la liberta` di coscienza, che e`
uno dei diritti fondamentali dell'uomo.
Ci sara` chi preferisce dire che tutto e` frutto del caso.
E ce ne sono molti che la pensano cosi`.
Io sinceramente non riesco a pensarla cosi`. Non mi dicano
che questa e` una posizione scientifica, perche` questo
non ha niente a che fare con la scienza. E` una scelta
che uno fa, ma ci vuole un bel coraggio per "credere"
che tutto e` frutto di un caso. Perche` anche questa e`
una fede!!!
Io non ho fede sufficiente per arrivare fin li`. Non vedo
come si possa in questo modo spiegare "ragionevolmente"
la nostra esistenza e quella del mondo cosi` come lo vediamo.
E per questo cerco di usare bene la ragione
Io preferisco credere in un Dio che e` Padre, che ci ama,
come ha insegnato Gesu`, e vuole che anche noi ci amiamo
a vicenda, e anche che rispettiamo la coscienza di ciascun uomo,
anche di quelli che hanno idee diverse dalle nostre.
Non siamo noi che dobbiamo giudicare gli uomini.
"Non giudicate e non sarete giudicati!" ci dice Gesu`.
Ed e` per questo che io rispetto anche il tuo parere,
perche` penso che anche tu stai camminando la tua
strada per trovare il senso della tua vita. Il dovere
fondamentale di ogni uomo e` appunto quello di
cercare con sincerita`, ed essere sempre disposto
ad accettare cio` che e` giusto e a metterlo in pratica.
Penso anch'io di non essere chiuso a nessun parere.
Pero` non penso che tutti i pareri siano uguali !
Questo sarebbe appunto il relativismo che viene
fortemente criticato dal Papa attuale. Tutti sono
liberi di dire il loro parere, ma non tutti i pareri sono
ugulamente giusti, e la verita` non si stabilisce
per votazione. Questa e` la base della democrazia.
Non dirmi che sto pontificando. Sto solo dicendo
un parere da amico.
Ciao. E che il Signore ti benedica.
Don Gaetano Compri


Carissimo Don Compri
Grazie per la Sua gentile risposta.
Mi chiami pure come desidera, anzi, se a Lei va bene,
preferirei semplicemente "angelo" (senza il... "signore".
Per favore). Come vede, cio` che evoca il mio nome e`
fortemente in contrasto con le mie idee. I
miei cari genitori mi hanno regalato un nome che a me
non piace molto. Sembra che non sempre i
"regali" siano graditi. Naturalmente, li ringrazio ogni giorno
per aver deciso di mettermi al mondo...
Amo fortemente la vita e soffro ogni volta che qualcuno
pensa che non valga la pena di essere vissuta...
Anche oggi, come quasi tutti i lunedi`, il treno che prendo
ogni giorno (Chuo JR) ha avuto circa un'ora di ritardo.
Ad una stazione qualcuno ha deciso di lasciarci lanciandosi
sotto il treno in passaggio. Qualcuno quindi che non considerava
la vita come un regalo da trattare con cura, di cui gioire...
al contrario, probabilmente, avra` maledetto chi gliel'ha offerto.
Sono daccordo con Lei, tutto quello che abbiamo, lo abbiamo
ricevuto. La vita e` un dono. Ma qualcuno non sa che
farsene di questo dono e lo distrugge buttandolo sui
binari del treno, ogni giorno, migliaia di volte all'anno.
In Giappone si contano un centinaio di suicidi al giorno.
E` triste ammetterlo, ma evidentemente molte persone
non gradiscono questo "omaggio". Troppe persone.
Tante da farci nascere il dubbio che non si tratti di un regalo,
ma di una condanna. Lo so, la colpa e` degli
uomini e Dio non c'entra nulla...
Probabilmente pensera` che si tratti di una congettutra
semplicistica, ma mi vien da pensare che se Dio esiste ed
e` onnipotente, allora perche` ci troviamo in queste
tristi condizioni? Se la colpa, e`, appunto del famoso
"libero arbitrio" delle Sue creature, e Dio non puo`
farci nulla, allora che senso ha lodarlo, osannarlo e pregarlo ?
Posso solo confessarLe che da quando ho smesso di guardare
in cielo ed ho abbassato lo sguardo, mi accorgo con piu`
facilita` delle sofferenze che si scorgono di chi mi sta vicino.
Ho dovuto tristemente constatare che chi va in chiesa a
pregare, puo` evitare di guardare agli uomini senza complessi di colpa...Da molti anni, invece di pregare Dio, ho deciso
di pregare gli uomini; invece di odiare Satana, odio i prepotenti
e coloro che infliggono sofferenze agli
indifesi, ma riesco anche a provarne compassione se si pentono
(al contrario di molti miei conoscenti che si definiscono cristiani),
ma soprattutto, invece di implorare e chierdere a Dio:
"perche` non fai niente??" ho deciso di "fare" io quel che posso...
Insomma, noi che amiamo la vita dovremmo indignarci ogni
volta che qualcuno la toglie o se la toglie, ma non per il valore
religioso della vita in se`, non perche` e` un riflesso di Dio,
un Suo sacro omaggio da rispettare e non deturpare, ma perche` "vivere" puo` essere meraviglioso. Ma cosa possiamo
fare per insegnarlo a chi non lo sa ?
Ci ho riflettuto molto e credo che sia necessario (ed urgente in
Giappone) innanzitutto capire i motivi che spingono le persone a
decidere di non vivere. Ma comprenderli realmente. Esistono
persone che lo fanno da anni. Non sono famose e non vogliono
nemmeno diventarlo, lavorano nell'ombra, ma riescono a
salvare tanta tanta gente...loro sono, per me, i veri "angeli".
Alcuni di loro hanno accettato il nostro
invito per quel Simposium di cui Le ho scritto.
A proposito, oggi ho finalmente potuto affittare la sala e
quindi decidere la data, si terra` domenica 19 ottobre...
Anche gli "hikikomori", a mio avviso, decidendo di restare
per anni chiusi nella loro camera senza uscire e comunicare
con nessuno, realizzano una sorta di suicidio "sociale" che
e` necessario capire...
inviteremo "ex" hikikomori ed esperti in materia.
Il prossimo dibattito sara` sui suicidi...
Spero, prima o poi , di averLa con noi !
Cordialmente
Angelo


Carissimo Angelo,
oggi approfitto di un momento libero per scriverti.
Vedo che anche tu ti vuoi impegnare per fare un po`
di bene in questo mondo che viene paragonato a una
"valle di lacrime". Per molti lo e` certamente, basta avere
gli occhi per vederlo ed e` triste constatarlo. Ci sono anche
di quelli che preferiscono non vederlo e guardare altrove per non accorgersene, e tu dici che c'e` anche chi gurada al cielo...
Non so che esperienze tu abbia fatto per poter dire che
"Ho dovuto tristemente constatare che chi va in chiesa
a pregare, puo` evitare di guardare agli uomini senza
complessi di colpa..." Io penso che anche tra quelli che
vanno in chiesa ci sia gente che non si comporta bene
e che e` di inciampo col suo catttivo esempio. Si diceva,
e lo dico anch'io, che la Chiesa esiste nonostante i preti...
Io non credo ai preti e neanche ai cristiani. Io credo a
Nostro Signore e al suo insegnamento.
Pero`, se guardi bene, ti accorgerai che buona parte di quelli
che lavorano per la gente che soffre e per migliorare il mondo,
sono cristiani e sono esemplari e rispettati da tutti. Non
parlo di Madre Teresa: io penso che al mondo ce n'e`
una gran numero di Madre Teresa anche se sono sconosciuti.
Cerca di esserlo anche tu.
Tu mi dici "Se la colpa, e`, appunto del famoso "libero arbitrio"
delle Sue creature, e Dio non puo` farci nulla, allora che senso ha lodarlo, osannarlo e pregarlo ?
Non vorrai certo negare che l'uomo e` libero e responsabile.
Se non fosse libero, non avrebbe senso il tuo sforzo per
migliorare gli uomini. Se fossero solo dei robot, non si puo`
neanche incolparli e neanche lodarli per quel che fanno.
Certo e` un mistero, il fatto che Dio rispetti la nostra liberta.
Che Lui non possa farci nulla, questa e` un'altra questione.
Non tocca a noi insegnare a Dio quello che deve fare.
Pensi che se il mondo l'avessero fatto gli uomini sarebbe migliore?
Il mondo e` non come dovrebbe essere, ma come lo vediamo,
ed e` li` che dobbiamo lavorare, perche` diventi un po` piu vicino a "come dovrebbe essere". Ma col tuo agnosticismo, come fai
a sapere come "dovrebbe essere"?
Mio caro Angelo, apprezzo il tuo sforzo per cercare di fare
qualcosa, ma riconosci che c'e` tanta gente (anche dentro
la famigerata Chiesa) che lavora per lo stesso fine.
Un lavoro individuale, non unito agli altri, non so fin
quando durera` e quali effetti possa ottenere.
Comunque cerca di fare il tuo meglio. Penso che Nostro
Signore ti stia guardando. Anche se tu pensi di non
essere vicino a Lui, certamente Lui e` vicino a te e
anche a me. Non puo` essere diversamente in un
mondo cosi` bello!
Ciao. Don Compri



Carissimo Padre Compri
Spero che abbia trascorso un sereno agosto nonostante
l'afa alla quale, purtroppo, io ancora non sono abituato...
ovviamente, attendo fiducioso, anche
perche`, come diceva
qualcuno che offri` la sua vita per cercare di salvare gli uomini
(...Giovanni Falcone) :
"Ci si abitua a tutto, anche alla paura di morire".

Leggo con particolare delizia che anche Lei non crede ai
preti e neanche ai cristiani.
Conti pure sulla mia collaborazione nel caso decidesse
d'impegnarsi per la loro abolizione.

Lei afferma che buona parte di quelli che lavorano
per la gente che soffre e per migliorare il mondo,
sono cristiani e sono esemplari e rispettati da tutti.
Non so a quale statistiche faccia riferimento,
inoltre, non mi sembra prudente la gara a chi e` piu` buono;
si rischia di cadere e farsi male;
tuttavia, ho tentato di accettare la Sua proposta di fare
la conta e sono giunto alla conclusione che,
se si potessero sommare i cristiani che hanno commesso
e commettono crimini, probabilmente,
escludendo le Crociate, la Santa Inquisizione ed il massacro dei
Valdesi, arriveremmo ad un pareggio.

Lei, gentilmente, mi scrive che "certamente Lui e` vicino a
te e anche a me. Non puo` essere
diversamente in un mondo cosi` bello!" ...
Vorrei tanto avere il Suo ottimismo, o semplicemente...
i suoi occhiali:
qual e` il motivo per cui io non riesco a vedere tutta
questa bellezza ?
perche` davanti a me si trova sempre
un giornale aperto alla pagina "delle guerre e delle
carestie" ? Saro`sfortunato ?
Ad ogni modo, a parte tutto. Sono felicissimo di ricevere i Suoi
e-mail...veramenteNon mi abbandoni !!!
Con Affetto
Angelo
f0145121_221568.jpg

[PR]
by LIBERTUS66 | 2008-09-20 02:00
Hikikomori (3) Okuyama Masahiko
Questa settimana ho avuto modo d'incontrare due volte
il fondatore della ZENKOKU HIKIKOMORI KHJ OYA no KAI,
L'associazione ha 32 sedi in Giappone (da Hokkaido
ad Okinawa), ne fanno parte migliaia di genitori degli hikikomori.
Okuyama, secondo i medici, sarebbe
gia` dovuto esser morto da parecchio tempo (ha gia`subito
una mezza dozzina d'interventi chirurgichi non lievi).
"E` la voglia di proseguire il lavoro che ho iniziato che mi da`
la vita" mi ha detto. Ha messo in piedi questa grande
Organizzazione praticamente da solo.
Negli incontri dei genitori degli hikikomori che si tengono
ogni mese, centinaia di persone possono ricevere conforto,
consigli ed aiuti pratici.
Quando il Governo del secondo paese piu` ricco del mondo
abbandona centinaia di persone che hanno bisogno di aiuto,
non restano che due sole cose da fare: piangere e disperarsi
oppure indignarsi e lottare affinche`chi preferisce dormire si svegli.
Okuyama lotta da dieci anni, piu` o meno gli stessi che suo
figlio sembra aver trascorso chiuso nella sua camera.
f0145121_250535.jpg
f0145121_2513581.jpg

[PR]
by LIBERTUS66 | 2008-09-16 02:51
PIO D'EMILIA in GEORGIA
Posso tranquillizzare tutti gli amici dello studiolo che
nelle ultime settimane mi hanno chiesto notizie su
Pio d'Emilia: non c'e` nulla da preoccuparsi, sta benissimo.
E` stato inviato nel Caucaso a documentare il
conflitto Georgia-Russia per l´Ossezia del sud
(conflitto etnico o, anche qui, per il controllo degli
importanti oleodotti??)...
Ancora piu` preoccupati ?
Ad ogni modo, su Sky TG 24 potrete visionare i suoi
recenti servizi...clicca qui per vederne uno molto interessante:
Intanto gli mandiamo tanti saluti da Tokyo !!!

Qui sotto un paio di sue recenti foto che ci ha inviato...
f0145121_2054228.jpg
f0145121_20542334.jpg
f0145121_20543919.jpg

[PR]
by LIBERTUS66 | 2008-09-12 21:02
YASUKUNI JINJA 2008
Anche quest'anno non ho resistito alla tentazione:
mi sono abbrustolito sotto il sole davanti al Tempio piu`
famoso di Tokyo...migliaia di persone che hanno reso
omaggio ai loro defunti, ma anche tanti ultranazionalisti,
estremisti, mascherati da guardie imperiali, piloti di Zero,
coi quali, dopo le parate, abbiamo chiacchierato, tra fiumi
di birra e yakitori, dei bei tempi, quando, ad esempio,
i giovani erano pronti a sacrificarsi per la "Giusta Sacra Causa",
invece di rincitrullirsi davanti al computer, come succede oggi,
magari ascoltando Jazz americano !!!!
Sul tardi, poi, sono tornato a casa. Esausto per lunga giornata,
ho deciso di affondare nel futon piu` presto del solito
(verso l'una di notte), ma non prima di essermi fatto una
navigata al computer ascoltando quattro o cinque pezzi
di Miles Davis.
Qui sotto un ragazzo che ce l'ha con un pezzo di stoffa
rossa (probabilmente manifesta contro l'orrendo
spettacolo delle corride spagnole) ed altri simpatici
personaggi in maschera ...
f0145121_1124688.jpg

f0145121_1114562.jpg
f0145121_112667.jpg
f0145121_1122948.jpg

[PR]
by LIBERTUS66 | 2008-09-12 01:13