di Angelo De Rosa
S M T W T F S
1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31
カテゴリ
以前の記事
お気に入りブログ
メモ帳
最新のトラックバック
スマター
from けめち
珍性器フェランゲリオン
from スンズ
要するに寝てるだけでおk!
from 要旬
【告知!!】今後の出演予定♪
from baritono YUSUK..
Grazie☆
from baritono YUSUK..
芸術の秋♪ ここちよいメ..
from baritono YUSUK..
小川雄亮 「千の風になっ..
from baritono YUSUK..
ライフログ
検索
その他のジャンル
ファン
記事ランキング
ブログジャンル
画像一覧
<   2008年 03月 ( 2 )   > この月の画像一覧
La Missione di Padre COMPRI
f0145121_3323832.jpg
f0145121_333161.jpg


Per due settimane in una sala attigua alla prestigiosa Chiesa
Cattolica di Sant'Ignazio a Tokyo, il Padre Gesuita Gaetano
Compri si e` impegnato ad educare il popolo nipponico
sui misteri della Santa Sindone, o meglio sulle certezze,
visto che da quello che ho sentito, mi sembra che non abbia
molti dubbi su quel lenzuolo di lino (su cui, secondo me,
e` impresso il vero capolavoro di Leonardo da Vinci).
Quando pero' ha affermato che chiunque puo' analizzare
il tessuto per verificarne la datazione o l'autenticita',
e che nessuno ha mai capito nulla, anche dopo aver
affettuato i test, non ho potuto resistere.
Gli ho confessato che pensavo che gli uomini di Chiesa
non dicessero le bugie e gli ho ricordato che
l'ultimo ed unico "famoso" test risale a qualche decenno fa,
che i risultati non sono stati proprio entusiasmanti per
chi credeva al miracoloe e che da allora molti vorrebbero
poter ottenere un campione
del "divino" telo, anche cattolici (vedi
il professor Baima Bollone che finalmente sembra aver
smesso di occuparsi di miracoli), ma senza risultati.
Insomma, il telo non si tocca!! e la prossima estensione e`
prevista tra un bel po' di anni.
Siccome gliel'ho detto in giapponese
davanti a un centinaio di giapponesi (io ero l'unico italiano
presente), Don Compri si e' impegnato in una lunga spiegazione,
puntandomi il dito indice e sciorinando date e nomi che
ai piu` non dicevano nulla e che a me hanno convinto poco.
Credo che si sia anche stupito (oltre che infastidito).
Per anni infatti Don Compri racconta (scrive e parla un
ottimo giapponese) cio` che desidera
ai poveri nipponici che lo ascoltano senza contraddirlo,
credo solo per educazione. Compri san ha anche presentato
il suo nuovo libro, pieno di belle foto, gigantografie
della Sindone etc.
C'è pero un motivo che mi ha spinto ad andare a rompere
qualche uovo nel paniere di Don Compri.
Avevo attaccato dei manifestini che pubblicizzavano il dibattito
sulla pena di morte che abbiamo
realizzato il 2 marzo scorso, presso alcune bacheche
dell'Universita Cattolica Sophia (l'ex rettore,
Padre Pittau e` stato uno dei nostri ospiti)
e della Chiesa appunto di Sant Ignazio che
si trova a fianco. Il giorno dopo ho ricevuto una
telefonata che mi consigliava di non fare piu` una cosa del
genere perche` contro il regolamento...Mi sono cadute
le braccia. Non solo a quelle persone non interessava
nulla della pena di morte e del nostro
evento, ma non mi permettevano nemmeno
di attaccare un manifestino per consentire a qualche
studente o fedele presumibilmente interessato
di partecipare ad un dibattito
su un tema che alla Chiesa dovrebbe stare particolarmente
a cuore. Incredibile.
Presentare la Sindone ai giapponesi che ancora non
la conoscono... Sarebbe questa la nostra missione?
Qual e` l'importanza di tanto impegno? di tanti investimenti?
Padre Compri ripeteva agli intervenuti:" compri il mio libro sulla sindone".
Compri, Compri, Compri...pensera` solo al businnes?
[PR]
by LIBERTUS66 | 2008-03-19 04:02
Sec.da DISCUSSIONE sulla PENA di MORTE
f0145121_21205952.jpg

Cari amici dello studiolo
Grazie al vostro aiuto anche questa volta abbiamo potuto
realizzare un dibattito interessante su un tema tanto delicato.
State a poco a poco contribuendo a smentire lo stereotipo
secondo cui la pena di morte sarebbe un argomento "tabu`"
in Giappone.
Molti miei amici italiani si sono meravigliati del fatto che
una domenica sera di una bella giornata di marzo siano
intervenute cosi` tante persone e, per circa quattro ore,
abbiano seguito, con grande partecipazione, la discussione.
Personalmente, dopo le esperienze passate, e considerata
l'importanza degli ospiti che hanno gentilmente accettato
il mio invito, non mi sono molto stupito.
Ringrazio di cuore quindi chi ha lavorato con me negli
ultimi mesi su questo progetto, e per la prossima volta, ancora,
...YOROSHIKU.
Un ultima cosa...
E`stato per me (e immagino anche per voi) motivo di
orgoglio, e un grande onore, poter avere tra il pubblico
il Ministro Aldo Amati, autorevole rappresentante dell'Ambasciata Italiana, ed il Direttore dell'Istituto Italiano
di Cultura Umberto Donati, i quali, come e`noto, sono
da sempre molto attenti e sensibili a tale argomento.
[PR]
by LIBERTUS66 | 2008-03-07 21:57